News

PUBBLICATA LA NORMA UNI 11483:2021 SUL COMUNICATORE PROFESSIONALE

Questo periodo storico ha evidenziato maggiormente il ruolo e il valore della Comunicazione come asset strategico indispensabile per lo sviluppo di qualsiasi organizzazione.

La nuova versione della Norma Tecnica UNI 11483:2021 sul Comunicatore Professionale - Requisiti di conoscenza, abilità e autonomia e responsabilità - nell’ambito delle APNR Attività Professionali Non Regolamentate, revisione dell'edizione del 2013, si pone l'ambizioso obiettivo di diventare il documento tecnico di riferimento per i Comunicatori Professionali individuandone finalmente competenze, professionalità e valore, in tutti gli ambiti considerati.

È importante ricordare che le norme UNI APNR, come previsto dal dettato del Legislatore (ex art.6 L.4/2013), sono qualificanti per la professione e non abilitanti per l'accesso alla professione che continua a rimanere libero.

Le norme UNI APNR sono applicate su base volontaria e non impongono obblighi vincolanti né ai professionisti attualmente operanti nel mercato né alle organizzazioni che con questi professionisti collaborano.

Inoltre, le norme UNI APNR non devono essere confuse con le certificazioni emesse dagli organismi di certificazione né con gli attestati riconosciuti dalle associazioni professionali.

In presenza della norma i Comunicatori Professionali possono continuare a esercitare la professione pur non certificandosi. Sarà il mercato, eventualmente, a valorizzare i professionisti certificati secondo la Norma.

 

La Norma può costituire la soluzione per

realizzare un prodotto, condurre un processo, svolgere una professione

 

Per definire una nuova norma tecnica UNI mette insieme le parti interessate – dai progettisti agli utilizzatori finali – e i maggiori esperti del settore.

La Norma 11483:2021, sviluppata dal Gruppo di Lavoro UNI/CT 006/GL 06 “Figure professionali operanti nell’ambito della comunicazione” della Commissione APNR “Attività professionali non regolamentate, definisce i requisiti relativi all’attività del Comunicatore Professionale, revisionando la norma UNI 11483 del 2013. Questi requisiti sono indicati a partire da compiti e attivita? specifiche e declinati in termini di conoscenze e abilita?, cosi? da identificarne chiaramente il livello di autonomia e responsabilità in coerenza con:

  • il Quadro Nazionale delle Qualificazioni (QNQ) e
  • il Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF).

 

- Definizione -

Per Comunicatore Professionale la Norma individua e definisce il professionista che si occupa della comunicazione come asset strategico di sviluppo di istituzioni, organizzazioni pubbliche, private e non profit e persone fisiche, e che svolge la propria attività a forte contenuto intellettuale e multidisciplinare – di tipo sia esecutivo sia manageriale – in qualità di libero professionista, imprenditore, dipendente o altre forme.

Il Comunicatore professionale progetta e realizza quindi strategie di comunicazione coerenti con gli obiettivi dell’organizzazione in cui o per cui opera.  

 

- Inquadramento -

In termini di competenze, a seconda dei livelli di autonomia e responsabilità associati all’esercizio dell’attività, il Comunicatore Professionale può essere inquadrato come:

  • Junior
  • Expert
  • Senior.

 

- Ambiti di riferimento -

La Norma individua cinque ambiti di riferimento da cui derivano i relativi cinque profili specialistici:

  • Comunicazione Pubblica e Istituzionale
  • Comunicazione d’Impresa
  • Comunicazione Tecnica
  • Comunicazione Politica
  • Comunicazione Sociale per il Terzo Settore.

Per ogni livello la Norma specifica i compiti comuni a tutti i profili individuati e i compiti specifici e definisce le conoscenze e le abilita? comuni e specialistiche del Comunicatore Professionale.

 

- Fasi di Processo -

Il quadro delle capacità, abilità e competenze del Comunicatore Professionale raggruppa e riconduce le fasi di un processo di comunicazione alle seguenti sei:

  1. Analisi
  2. Progettazione
  3. Attuazione
  4. Monitoraggio
  5. Valutazione
  6. Conclusione.

La quantità e la varietà delle forme comunicative gestite dai comunicatori professionali prevede quanto segue:

- Condivisione da parte di tutti i professionisti della comunicazione di uno stesso complesso articolato di conoscenze e abilità

- Acquisizione e messa in atto di conoscenze e abilità specifiche, laddove presenti, dei vari ambiti settoriali della comunicazione, riconosciuti come significativi dal mercato della domanda.

Pertanto, ai fini di una rigorosa definizione dei compiti e delle attività specifiche, la Norma distingue i seguenti livelli di compiti:

  • Compiti comuni a tutti i profili professionali, compiti espletabili da qualsiasi comunicatore professionale, indipendentemente dal proprio profilo specialistico
  • Compiti specifici del profilo specialistico, compiti espletabili dal comunicatore professionale in funzione del proprio profilo specialistico.

La sezione 4.5 individua per alcune attività e fasi i compiti specialistici e specifici della Comunicazione Tecnica.

 

- Cosa rappresenta la Norma -

Questa Norma costituisce una svolta importante e significativa per il settore e per tutti i profili interessati e che rappresenta.

Profili che sono figure trasversali in tutte le organizzazioni e anche verticali nell’organigramma, in base all’inquadramento, ma anche per il ruolo che ricoprono, entrando in sinergie e collaborando a vari livelli.

La Norma 11483:2021 individua e definisce chiaramente:

  • Competenze
  • Abilità
  • Autonomia
  • Responsabilità
  • Linee Guida per la Valutazione della Conformità
  • Linee Guida per la Valutazione dei Risultati di Apprendimento
  • Aspetti Etici e Deontologici per creare una Cultura dell’Integrità Professionale

Purtroppo, c’è ancora tanta confusione sugli ambiti di intervento, sulle abilità e sulle conoscenze necessarie per gestire il complesso processo della Comunicazione e della Comunicazione Tecnica a livello di strategie, attività e strumenti da utilizzare.

La nuova UNI 11483 promuove la Certificazione dei Comunicatori Professionali sulla base dei requisiti individuati all'interno del testo, promuovendo un solido standard di qualità per il settore, a tutela dei consumatori e a beneficio dei professionisti.

 

- All’interno della Norma -
  • Riferimenti Normativi (la Norma comprende una parte importante relativa ai riferimenti a norme e standard)
  • Linee Guida e Buone Prassi per la valutazione della conformità relativa ai risultati dell’apprendimento
  • Inquadramento Generale per una Cultura dell’Integrità Professionale con indicazione degli Aspetti Etici e Deontologici

La nuova UNI 11483 a livello strategico, progettuale, operativo e di visione verso il futuro attribuisce ai Comunicatori Professionali il giusto ruolo e valore, che da oggi saranno anche di tipo manageriale e non solo puramente operativo. Quel che professionisti e mercato stavano aspettando.

 

Presidente COM&TEC, Presidente tekom Europe, Membro del Gruppo di Lavoro UNI/CT 006/GL 06

Tiziana Sicilia

 

Altri approfondimenti sul sito UNI:

QUI