Iscriviti alla newsletter

modulo di iscrizione alla newsletter di Com&Tec










Open House 2011 - Bologna, 24 Novembre 2011 PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione COM&TEC   
Mercoledì 02 Novembre 2011 00:00

articolo_SITO_header_open_house_2011

I Portici Hotel, Via Indipendenza 68 - 40121 BOLOGNA (TEL.: +39 051 42185)

programma e iscrizioni online

Area Espositiva

articolo_SITO_immagine_loghi

Programma e workshop

 

8.30

Registrazioni

9.00

9.20

Saluti del Presidente e apertura lavori

9.30

11.20

Workshop 1

Utilizzare Argo CMS per realizzare documentazione tecnica fruibile online e da dispositivi mobili
Petra Dal Santo - KEA

9.30

11.20

Workshop 2

SDL TRADOS 2011 Desktop and Server

Luca Menozzi - VERTERE

9.30

11.20

Workshop 3

EKR PE, Publish Limitless!

Marco Galiazzo - EKR

9.30

11.20

Workshop 4

La rilevanza giuridica dei contenuti e delle modalità espressive dell'informazione tecnica di prodotto: le istruzioni per l'uso e le tecniche di comunicazione dei prodotti

Giorgio Caramori

9.30

11.20

Workshop 5

Distribuzione dinamica delle informazioni di Supporto al Prodotto

Emilio Braghieri - PTC

11.20

11.40

Pausa caffé e visita area espositiva 

11.40

13.30

Workshop 6

Dal libro all’ebook: due metodi per creare una pubblicazione digitale

Mario Mancini e Pietro Spagnulo - GOWARE

11.40

13.30

Workshop 7

L'automazione in Adobe InDesign: panoramica tecnica, dagli utilizzi più semplici per migliorare la produttività personale alle procedure più complesse di integrazione dati e flussi di lavoro

Lorenzo Colloreta - TASTOHELP

11.40

13.30

Workshop 8

Information Mapping®: un metodo semplice a vantaggio di tutta l’azienda

Vilma Zamboli - WRITEC

11.40

13.30

Workshop 9

Selling quality translations cheap and selling cheap translations: il rapporto qualità-prezzo e la tecnologia applicata al mondo delle traduzioni

Monica Montanari - AREACONTEXT

11.40

13.30

Workshop 10

Documentazione tecnica per i prodotti. La legislazione per il mandatario, il distributore ed il costruttore. La lingua delle istruzioni che devono accompagnare il prodotto nella comunità europea e la problematica della convalida della terminologia tradotta

Simone Fondacci - GLOBE

13.30

14.30

Pausa pranzo e visita area espositiva

14.30

17.30

Modulo 1

Strategies for structured information (in Inglese - servizio  interpretazione su richiesta)
Gordon Dennis - KOALA

14.30

17.30

Modulo 2

Prospettive professionali e percorsi formativi nella comunicazione tecnica / Il contributo della Commissione europea al riconoscimento delle professioni della traduzione

Ottavio Ricci - COM&TEC / Flavia Frangini - DG TRADUZIONE

14.30

17.30

Modulo 3

Formati files a confronto! Tra grattacapi e opportunità

Marco Galiazzo - EKR

14.30

17.30

Modulo 4

Scrivere & Comunicare: eliminare il superfluo

Erika Leonardi - EL

17.30

Conclusioni Presidente COM&TEC

 

 

>> iscrizioni online <<

COSTO

Per coloro che si iscriveranno alla COM&TEC in occasione dell’Open House le condizioni di pagamento sono quelle dei soci.
Se vuoi iscriverti all'associazione compila il MODULO DI ISCRIZIONE.

Per i soci:

La quota di iscrizione è di € 30,00 e comprende l’ingresso all’area espositiva, l’ingresso ad un solo workshop o modulo (a scelta) e un buono omaggio per la pausa caffé.
L’ingresso al secondo workshop o modulo (a scelta) ha un costo di € 20,00 cadauno. I soci sono esenti dal pagamento dell’iva.

Per i NON soci:

La quota di iscrizione è di € 80,00+iva e comprende l’ingresso all’area espositiva, l’ingresso ad un solo workshop o modulo (a scelta) e un buono omaggio per la pausa caffé.
L’ingresso al secondo workshop o modulo (a scelta) ha un costo di € 50,00+iva cadauno.

Per gli studenti (dietro presentazione del libretto universitario):

La quota di iscrizione è di € 30,00+iva e comprende l’ingresso all’area espositiva, l’ingresso ad un solo workshop o modulo (a scelta) e un buono omaggio per la pausa caffé.
L’ingresso al secondo workshop o modulo (a scelta) ha un costo di € 20,00+iva cadauno.

L’accesso alle aree dedicate è consentito solo dietro presentazione dell’apposito badge rilasciato al momento della registrazione dalla Segreteria che sarà aperta dalle ore 8.30.

Pranzo:

Per tutti indistintamente, soci, non soci e studenti, sarà possibile prenotare il pranzo in hotel al prezzo di €30,00+iva direttamente al momento dell'iscrizione tramite modulo online.

Dati bancari per il pagamento della quota di iscrizione

Banca Popolare dell’Emilia Romagna
filiale Quarto Inferiore di Granarolo dell’Emilia - Via S. Donato, 50 40057 Quarto Inferiore (BO)
IBAN: IT84E0538736850000001261831
SWIFT: BPM01T22

>> iscrizioni online <<

Informazioni aggiuntive: per chiarimenti e/o domande contattate il ns. Coordinamento all’indirizzo mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

La redazione.

visualizza la locandina delle edizioni precedenti:

Open House 2008
Open House 2009
Open House 2010

 

Abstract

 KEA – Petra Dal Santo

“Utilizzare Argo CMS per realizzare documentazione tecnica fruibile online e da dispositivi mobili”

I dati dell’Osservatorio Multicanalità 2010

La quarta edizione dell’Osservatorio Multicanalità (www.multicanalita.it) evidenzia che nel 2010 23 milioni di italiani – ovvero il 44% della popolazione e 2,6 milioni in più rispetto al 2009 – si sono relazionati con le aziende attraverso più punti di contatto e con un maggiore grado di coinvolgimento.
La crescita della propensione alla multicanalità è la conseguenza di vari fattori:

  • In periodi di crisi persone e aziende sono portate a mettere in discussione scelte consolidate, a prendere più informazioni e a confrontare di più i prodotti/servizi, utilizzando tutti i canali disponibili, offline e online
  • L’evoluzione e la diffusione di internet, del mobile (per esempio smartphone, IPhone, IPad, tablet, ecc.) e dei social media guidano persone e aziende verso la multicanalità. Il mobile si conferma il dispositivo più diffuso tra gli italiani e contestualmente cresce l’uso degli smartphone per navigare in rete.

I dati diffusi dall’Osservatorio rivelano inoltre che:

  • Tra i canali di comunicazione aziendali, sale l’indice di gradimento di quelli veicolati su internet: sito internet dell’azienda (50% del campione), blog/forum aziendali (34%), newsletter (31%), video (30%) e banner (20%)
  • Rimane stabile il numero degli utenti che vorrebbe essere coinvolto attivamente nel processo di creazione del prodotto (54%)
  • Aumenta il numero degli utenti che contatta l’azienda per condividere le proprie considerazioni sui prodotti/servizi acquistati (47% nel 2010 contro il 39% nel 2009).

Internet, il mobile e la documentazione tecnica

Questi dati confermano che internet e il mobile sono canali in crescita, che vanno trascurati nell’ambito del processo di post-vendita, al cui interno si colloca la produzione della documentazione tecnica.
Mentre è prevedibile che per lo studio sistematico di un manuale di installazione, uso o manutenzione l’utente continui a preferire il supporto cartaceo o la versione per e-reader del documento, vi sono tipologie di documentazione tecnica e contesti di fruizione per i quali si impone il supporto di format editoriali accessibili online e attraverso il mobile (utilizzando il browser presente sul dispositivo mobile oppure app dedicate). Ecco alcuni esempi:

  • Individuazione della documentazione tecnica o dei ricambi/accessori corretti
    • Grazie all’utilizzo del mobile, codici a barre o codici QR (Quick Response) apposti sul macchinario o su parti di esso permettono all’utente di accedere online alla documentazione tecnica corretta o ai ricambi/accessori idonei, disponibili sul sito di e-commerce dell’azienda. Il valore aggiunto sta nell’accesso immediato e nella garanzia della correttezza del contenuto di destinazione
  • Apprendimento di sequenze operative specifiche
    • Guide rapide (quick reference guide) e tutorial tematici (“how to…” guide) in formato audio e video, nonché animazioni o gallerie di immagini commentate da brevi didascalie permettono all’utente di apprendere con immediatezza sequenze operative specifiche e di metterle subito in pratica in fase di utilizzo del macchinario
  • Consultazione rapida
    • Operando sul macchinario, l’utente può disporre utilmente di format editoriali agili e di rapida consultazione, interrogabili attraverso un motore di ricerca interno: quick reference guide, “how to…” guide, schede tecniche e di sicurezza, istruzioni per la cura/manutenzione del prodotto, ecc.
  • Download degli aggiornamenti di software montati a bordo macchina
    • Funzioni di live update del software automatizzano l’aggiornamento del software aggiornato (per esempio bug fix, nuove funzioni, ecc.), comportando un minore carico per lo staff aziendale
  • Soluzione di problemi
    • La disponibilità di strumenti online, collaborativi e dotati di motore di ricerca interno massimizza le possibilità da parte dell’utente di risolvere un problema in tempi rapidi. FAQ (Frequently Asked Questions), forum e knowledge base consentono di interrogare il patrimonio informativo aziendale e di dialogare con l’azienda e con altri utenti
  • Contenuti personalizzati (targetizzati)
    • Grazie agli strumenti di profilazione, l’utente può disporre di contenuti personalizzati in base al suo profilo (per esempio installatore, manutentore, operatore, ecc.) o al tipo di macchinario utilizzato (per esempio documentazione specifica per il modello/matricola del macchinario su cui opera, ricambi/accessori o kit di montaggio/manutenzione idonei, ecc.). Il valore aggiunto sta nella minimizzazione dello sforzo cognitivo richiesto all’utente
  • Servizi legati alla localizzazione
    • Applicazioni geolocalizzate possono aiutare l’utente a individuare, per esempio, il rivenditore o il centro di assistenza più vicino.

Impostare per la documentazione tecnica una strategia online e mobile presenta numerosi vantaggi:

  • Riduzione di tempi e costi di pubblicazione
  • Aggiornabilità dei contenuti, in tempo reale e a partire da una fonte univoca
  • Controllo sulla versione ufficiale di un documento, grazie alla centralizzazione delle procedure di pubblicazione e fruizione
  • Approccio “self-care”: l’utente opera in modo autonomo e indipendente dagli orari di apertura dell’azienda. Il valore aggiunto sta nella maggiore soddisfazione dell’utente e nel minore carico per lo staff aziendale
  • Gli strumenti di community, ovvero di interazione fra utente/azienda e utente/utente, nonché gli strumenti di rilevazione statistica dell’utilizzo della documentazione online permettono all’azienda di raccogliere e analizzare i feedback degli utilizzatori, impiegando questi dati per migliorare la qualità dei macchinari, del servizio, della documentazione, ecc., e per arricchire nel tempo la knowledge base aziendale.

Tuttavia, la disponibilità di documentazione tecnica online e mobile, unita ad altre funzioni tipiche del Web 2.0, può supportare efficacemente non solo la post-vendita, ma anche altri processi aziendali. Ecco alcuni esempi:

  • Processo di innovazione
    • Come già sottolineato, forum, form online, moduli di “Commento”, sondaggi, ecc., possono sostenere il processo di innovazione di prodotti/servizi, identificando i bisogni dei mercati/clienti di riferimento e coinvolgendo gli utenti nel processo di miglioramento/creazione di prodotti/servizi
  • Processo di marketing
    • Feed RSS e newsletter permettono all’azienda di restare in contatto con gli utenti, per esempio per segnalare la disponibilità di revisioni o traduzioni di un documento, per avvertire di problemi noti e indicarne la soluzione, ecc.
    • Strumenti che permettono agli utenti di condividere con la propria rete sociale contenuti pubblici si basano sul “passaparola” per diffondere presso un pubblico qualificato la conoscenza dei prodotti/servizi dell’azienda
    • Social media – come YouTube, Flickr e SlideShare – permettono all’azienda di massimizzare la diffusione, la visibilità e la reperibilità di video, immagini e documenti pubblici, e sfruttano in chiave marketing la documentazione tecnica, fornendo ai potenziali clienti informazioni a supporto del processo decisionale
  • Processo di pre-vendita
    • In particolare forza vendita e rivenditori possono beneficiare della possibilità, per esempio, di redigere offerte corredate in automatico da documentazione tecnica corretta, configurare in modo guidato prodotti tecnici complessi, ecc.
  • Processo di vendita
    • Predisporre un sito di e-commerce per la vendita di ricambi/accessori, kit di montaggio/manutenzione, ticket per servizi di assistenza, ecc. permette all’azienda di trasformare il processo di gestione della documentazione tecnica da costo in fonte di guadagno, offrendo al cliente un ulteriore servizio “self-care”.

Utilizzare Argo CMS per produrre documentazione tecnica fruibile online e via mobile

Nell’ambito più generale della realizzazione di documentazione tecnica complessa e di prodotti editoriali cross-media, i punti di forza di Argo CMS sono in particolare i seguenti:

  • Gestione strutturata, univoca e collaborativa dei contenuti multilingua e multimediali necessari alla realizzazione dei vari prodotti editoriali
  • Esportazione dei contenuti multiformato e parametrica, basata principalmente sul destinatario della comunicazione (per esempio installatore, operatore, manutentore, ufficio acquisti, ecc.), sul format editoriale (per esempio manuale, catalogo ricambi, sequenza di montaggio, ecc.) e sul medium/canale di distribuzione (per esempio carta, web, mobile, app, ecc.)
  • Automazione delle procedure di realizzazione e di aggiornamento dei vari prodotti editoriali
    • Separazione fra contenuto, gestito da Argo CMS, e forma di presentazione / funzionalità, gestite dal sistema di output utilizzato per realizzare il singolo prodotto editoriale. I dati gestiti in Argo CMS sono neutrali rispetto al layout grafico e al livello funzionale.

Nel contesto più specifico della realizzazione di documentazione tecnica fruibile online e via mobile, Argo CMS – grazie alle funzioni illustrate nel paragrafo seguente – è in grado di produrre in modo automatico e di aggiornare dinamicamente non solo vari tipi di prodotti editoriali, ma anche siti di e-commerce business-to-business (B2B) dedicati alla vendita di ricambi, accessori, kit e servizi legati a un determinato macchinario.

Panoramica sulle funzioni di Argo CMS

Qui di seguito una panoramica sulle funzioni con le quali Argo CMS supporta la realizzazione di documentazione tecnica fruibile online e via mobile:

  • Gestione dei contenuti strutturata, univoca e collaborativa
    • Argo CMS permette di gestire i contenuti in modo
      • Strutturato. Solo informazioni gestire in modo strutturato, come frammenti di contenuto multilingua (componenti), possono essere impiegate in modo flessibile per comporre vari prodotti editoriali da distribuire cross-media
      • Univoco. L’univocità del dato ha numerosi aspetti positivi: riduce il tempo di redazione e aggiornamento, nonché i costi di traduzione, minimizza il margine di errore, favorisce il riutilizzo e l’omogeneità della documentazione
      • Collaborativo. Ogni product manager, technical writer, traduttore o professionista esterno può contribuire alla documentazione in base alle proprie competenze e autorizzazioni
  • Gestione di contenuti multimediali
    • Argo CMS permette di gestire tutti i tipi di contenuti multimediali necessari per realizzare prodotti editoriali cross-media, per esempio:
      • Manuali
      • Guide rapide, tutorial tematici audio e video
      • Sequenze di montaggio, gallerie di immagini
      • Schede tecniche, schede di sicurezza
      • Knowledge base
      • Cataloghi di ricambi, accessori
  • Gestione di contenuti multilingua e multimercato
  • Marcatura dei contenuti
    • Argo CMS permette di marcare i contenuti per automatizzare la realizzazione dei vari tipi di format editoriali e di documentazione tecnica targetizzata (personalizzata). Ecco alcuni esempi di marcatori gestibili in Argo CMS:
      • Destinatari
      • Modelli di un macchinario
      • Matricole di un macchinario
      • Codici di una distinta base
      • Mercati di riferimento per l’azienda
      • Eventi a cui l'azienda partecipa
      • Novità (per esempio relative a revisioni del documento, novità di prodotto, ecc.)
      • Lingue
  • Esportazione dei contenuti selettiva (parametrica) e multiformato
    • In Argo CMS i marcatori sono utilizzabili come filtri per esportare selettivamente in base al destinatario della comunicazione, al format editoriale e al medium/canale di distribuzione (per esempio carta, web, mobile, app, ecc.)
    • Anche il formato di esportazione da Argo CMS è selezionabile, in modo tale da adattarsi ai vari media e alle diverse procedure di realizzazione dei vari prodotti editoriali. Ecco una panoramica sui formati di esportazione supportati da Argo CMS:
      • XML, differenziabile in base all’utilizzo per:
        • Impaginazione automatica in Adobe InDesign / FrameMaker per la realizzazione di:
          • Pubblicazioni cartacee
          • Pubblicazioni in formato PDF
          • Pubblicazioni in formato flip-book
          • App per vari dispositivi mobili – tra cui i tablet Apple iPad, Android e BlackBerry PlayBook – realizzate partire da file in formato Adobe InDesign CS 5 o superiore, utilizzando le funzioni e i servizi previsti dalla nuova Adobe Digital Publishing Suite
        • Alimentazione di sistemi di web content management
        • Alimentazione di sistemi di e-commerce
        • Alimentazione di altre applicazioni dedicate
      • Microsoft Word e Excel, OpenOffice
  • Integrazione con sistemi di web content management (WCM)
    • Grazie alla sua integrazione con sistemi di web content management, da Argo CMS è possibile pubblicare in automatico documentazione ad accesso pubblico, riservato o targetizzato consultabile online, via browser, da PC o da dispositivi mobili. Ecco alcuni tipi di documentazione tecnica ottenibili grazie all’integrazione fra Argo CMS e i sistemi di WCM:
      • Manuali (per esempio di installazione, d’uso e di manutenzione), schede tecniche, schede di sicurezza
      • Guide rapide, tutorial audio e video, sequenze di montaggio illustrate
      • Knowledge base
  • Integrazione con sistemi di e-commerce
    • Grazie alla sua integrazione con software di e-commerce, da Argo CMS è possibile pubblicare in automatico cataloghi di ricambi, accessori, kit, ecc. ad accesso pubblico, riservato o targetizzato
    • I contenuti provenienti da Argo CMS (per esempio immagini, descrizioni, dati tecnici, indicazione di prodotti correlati, istruzioni di montaggio, ecc.) possono essere integrati con dati provenienti da altre fonti informative aziendali (per esempio prezzi, sconti, targetizzazione di prodotti per clienti, ecc.).

 

VERTERE – Luca Menozzi

“SDL TRADOS 2011 Desktop and Server”
Panoramica sul perché migrare dalla tecnologia 2007 alla 2011.
Novità di SDL TRADOS STUDIO 2011 Desktop.
Presentazione di Project Server 2011 per la condivisione dei progetti.

 

EKR – Marco Galiazzo

“EKR PE, Publish Limitless!!”
Manualistica e documentazione tecnica di prodotto senza limiti di complessità nè di media.
Porta su iPad e Android il tuo manuale pensato per la carta, aggiungici interazione e video e fallo consultare via Web e come Help-On-Line.
Workshop interattivo per vedere "sul campo" come andare oltre!

 

Giorgio Caramori

"La rilevanza giuridica dei contenuti e delle modalità espressive dell'informazione tecnica di prodotto: le istruzioni per l'uso e le tecniche di comunicazione dei prodotti”.
La responsabilità dei produttori si configura anche con riferimento alle istruzioni che devono essere fornite con i prodotti, per cui la rilevanza legale dei contenuti delle istruzioni diventa essenziale in rapporto agli obblighi ed alle responsabilità previste dalla legge.
Per talune categorie di prodotti (macchine), le istruzioni per l 'uso, oltre a costituire un adempimento obbligatorio per il fabbricante, rappresentano anche uno strumento di difesa, in caso di contenzioso.
Alcune norme tecniche sono intervenute in ausilio ai redattori dei manuali: occorre che la tecnica di impiego di queste norme sia sempre più diffusa e applicata; questo comporta che le attività di impostazione delle istruzioni, la loro redazione, la traduzione, siano affidate a professionisti specializzati, in grado di operare in stretta connessione con il fabbricante e i progettisti."



PTC – Emilio Braghieri

“Distribuzione dinamica delle informazioni di Supporto al Prodotto”.
PTC presenta le sue soluzioni per la distribuzione dinamica delle informazioni di supporto al prodotto, che sia tramite un call center, un gruppo di intervento sul campo, un programma di formazione su Web o utenti finali ed operatori, è essenziale fornire alle organizzazioni all'interno dell'azienda informazioni tecniche accurate, affinché gli addetti possano portare a termine le proprie attività con la massima rapidità e precisione. Il successo dei prodotti dipende infatti dalla capacità dell'azienda di fornire informazioni aggiornate e facili da reperire per tutto il ciclo di vita del prodotto.
Arbortext, il software per la distribuzione dinamica di informazioni di prodotto di PTC, rappresenta una soluzione end-to-end che mette al centro di tutto il prodotto e che consente di ottimizzare i processi aziendali di creazione, gestione e distribuzione di informazioni di prodotto su richiesta.  Espandendo il campo del Service all’intero sistema di sviluppo prodotto aziendale, Arbortext costituisce l'unica soluzione per la distribuzione dinamica di informazioni del settore che associa direttamente le informazioni su prodotti e servizi a sofisticati dati di prodotto, collegando le informazioni ai dati di progettazione in tempo reale e assicurandone in tal modo la precisione e la rilevanza per ogni specifica operazione.

 

GOWARE – Mario Mancini e Pietro Spagnulo

“Dal libro all’ebook: due metodi per creare una pubblicazione digitale”
Fare un eBook non è complicato, ma richiede competenze pluridisciplinari.
Per produrlo occorrono infatti sia capacità di editing e redazione che la conoscenza dei linguaggi del web; bisogna conoscere le caratteristiche e i limiti dei formati, ma anche la struttura semantica dei testi e le tecniche di formattazione e impaginazione.
Tre mestieri sono coinvolti: l’editor/redattore, il grafico e lo sviluppatore web. Non necessariamente queste competenze devono far capo a una sola persona, ma è certo che ogni figura deve avere una conoscenza complessiva dell'intero processo.



TastoHelp – Mario Valerio e Roberto Bertazzoni

“L'automazione in Adobe InDesign: panoramica tecnica, dagli utilizzi più semplici per migliorare la produttività personale alle procedure più complesse di integrazione dati e flussi di lavoro”
Automazione in Adobe InDesign:
Adobe InDesign permette, con i propri strumenti, di automatizzare operazioni relative alla impaginazione di manualistica tecnica, cataloghi, listini e pubblicazioni multilingua.
Le regole avanzate degli stili di testo, l'importazione di testi e tabelle formattate, le procedure di unione dati, le variabili, il linguaggio GREP sono alcune delle funzionalità e metodologie che verranno analizzate in questa prima parte. Si farà cenno anche al utilizzo di documenti InDesign per media diversi dalla stampa.
Programmazione di Adobe InDesign:
Adobe InDesign è un software scriptabile (linguaggi AppleScript e JavaScript). Verranno analizzati diversi script per InDesign, da quelli semplici, forniti da Adobe o scaricabili gratuitamente dalla rete, a quelli più complessi, realizzabili per specifiche esigenze di automazione, fino a complete soluzioni di impaginazione automatica di cataloghi, guide, listini, manuali multilingua. Lo scripting permette di aggiungere funzionalità non presenti in InDesign ma anche di interagire con il sistema operativo e con altri software permettendo, ad esempio, di impaginare dati provenienti da database, fogli di calcolo, gestionali, pagine web.

 

Writec - Vilma Zamboli

“Information Mapping®: un metodo semplice a vantaggio di tutta l’azienda”
La stesura di testi tecnici, in certi ambiti di particolare complessità, crea nuove sfide per organizzare e presentare l’informazione in modo che sia comunque facilmente fruibile e comprensibile anche a utenti di altre culture.
Information Mapping® è un metodo consolidato a livello mondiale, adottato come standard aziendale per analizzare, organizzare e presentare documenti tecnici e di business.
Dai complessi sistemi di KMS (Knowledge Management System) fino ai manuali tecnici e ai materiali per il training, dalle offerte commerciali ai documenti per la qualità, Information Mapping® viene adottato per rendere l’informazione più facile da scrivere, da manutenere e soprattutto più facile da rintracciare e da comprendere.
La sua capacità di adattarsi a qualsiasi ambito rende il metodo assolutamente impareggiabile, perché è il risultato di anni di ricerche in ambito scientifico, svolte di concerto fra le due più grandi Università americane.
Su quali principi si fonda questo metodo e in che ambiti è stato usato? Quali sono gli elementi di valutazione della sua efficacia?
Perché ancor oggi è ampiamente utilizzato ed è diventato uno strumento di sopravvivenza per le aziende che affontano l’extreme information? Perché è particolarmente adottato da chi si trova a migrare i propri contenuti in un CMS?
Perché riduce i costi di produzione e manutenzione dei documenti? Perché i lettori di documenti creati con Information Mapping® danno valutazioni estremamente positive in fatto di chiarezza e rintracciabilità?

 

AREACONTEXT – Monica Montanari

“Selling quality translations cheap and selling cheap translations:
il rapporto qualità-prezzo e la tecnologia applicata al mondo delle traduzioni”
La diffusione delle informazioni tecniche e documentali sta assumendo un’importanza sempre crescente a livello mondiale.
La corretta e puntuale traduzione di queste informazioni costituisce un patrimonio essenziale per le aziende che desiderano operare con successo al di fuori dei confini nazionali.
Esistono metodi e strumenti diversi di approccio alle traduzioni, tutti finalizzati ad ottenere un servizio in tempi rapidi e a costi contenuti. E’ importante tuttavia che il cliente finale che usufruisce delle informazioni e documenti tradotti sappia come sono stati gestiti e processati, possa avere un risultato altamente qualitativo, ed avere una chiara percezione del valore che sta acquisendo.
In quest’ottica è fondamentale conoscere i principali strumenti informatici attualmente a disposizione, capire le differenze fra una traduzione processata da una macchina e quelle prodotte dalla creatività e dall’ingegno dell’uomo e, soprattutto, evitare spiacevoli inconvenienti di natura legale o semplicemente legati alla corretta comprensione dei contenuti.

 


GLOBE – Simone Fondacci

“Documentazione tecnica per i prodotti. La legislazione per il mandatario, il distributore ed il costruttore. La lingua delle istruzioni che devono accompagnare il prodotto nella comunità europea e la problematica della convalida della terminologia tradotta”

 

KOALA PUBLISHING – Gordon Dennis

“Strategies for structured information”
This workshop examines three important themes in technical publishing today. 
The first theme is structured information management using XML and the Darwin Information Typing Architecture (DITA). We consider why XML has not taken off quicker and what DITA will do to change this. We look at using DITA for information re-use and re-purposing, and how in today’s world XML & DITA allow us to cost-effectively deliver information to a wide range of environments. We examine DITA topic design principles and compare different strategies for re-use. We briefly compare DITA to the ASD S1000D standard, and we conclude with a look at controlled publication management.
Next, we turn our attention to the theme of authoring. The English language is estimated to have over 900,000 words; even a mother tongue English speaker can hope to manage only between 30,000 and 40,000 words. When using English as a second language, especially in a safety critical environment, it’s vital to make meanings simple, non-ambiguous and clear. This is where ASD Simplified Technical English comes to the rescue. We examine the concept of STE, the key advantages, STE’s rule based environment, it’s standard dictionary and user names glossary. We finish this theme with some examples of it STE in use.
The third theme examines the previous two from a management perspective. How do we convince senior management, with its notoriously short attention span, that all this is not only important, but that it can save money, improve customer satisfaction, and enhance safety? We look at some useful techniques to do this, and some traps to avoid. We consider some measurable parameters as well as “soft” benefits. To conclude the workshop, we examine case studies of successful implementations of XML/DITA and STE, taken from the air traffic control, aerospace and automotive industries.

 

Presidente COM&TEC - Ottavio Ricci

“Prospettive professionali e percorsi formativi nella comunicazione tecnica “

DG Traduzione - Flavia Frangini

Direzione generale della traduzione, Commissione europea
“Il ContrIbuto della Commissione europea al riconoscimento delle professioni della traduzione”
Con i suoi 1650 traduttori che coprono oltre 500 combinazioni linguistiche, la Direzione Generale per la Traduzione (DGT) della Commissione europea è uno dei più grandi servizi di traduzione al mondo. Non è solo un servizio operativo, ma si pone anche come soggetto politico per promuovere la politica del multilinguismo e la sua interazione con la traduzione. In questa prospettiva la DGT svolge un ruolo fondamentale di mediazione fra tutte le componenti della società europea: i cittadini, le istituzioni, il mondo economico e quello dell'istruzione. A questo scopo la DGT ha avviato una serie di progetti rivolti ai vari segmenti della società europea e destinati a creare maggiore sensibilità riguardo a tali problematiche e a valorizzare le professioni legate alle lingue e alla traduzione: il concorso di traduzione Juvenes Translatores per le scuole secondarie; il Master europeo in traduzione per l'università; un programma di studi sulla traduzione e il multilinguismo, a sostegno dell’elaborazione delle strategie e politiche della Commissione in questo ambito. Last but not least, per gli attori economici è stata lanciata lo scorso anno la Piattaforma web per l'industria delle lingue, volta a raccogliere dati e documenti relativi a tutte le professioni connesse alle lingue dalla traduzione all'insegnamento, dall'elaborazione di software alla localizzazione – e garantire un maggiore riconoscimento del contributo di questa importante industria all'economia europea.

 

EKR – Marco Galiazzo

“Formati files a confronto! Tra grattacapi e opportunità”
Che differenza c'è tra PDF ed HTML? E tra HTML e XML ?
Perché da XML si può ottenere un HTML e non viceversa ?
Che tipo di XML è XLIF ?
E DITA e S1000D cosa c’entrano con tutto questo ?
Perché a volte si può passare da InDesign a e-pub e a volte no ?
Che differenza c'è tra gestire XML con InDesign, FrameMaker, MS Word, MS Excel e un editor nativo XML (ad esempio XML SPY) ?
Se queste domande qualche volta vi hanno incuriosito o turbato questo workshop vi darà risposte, modalità di lavoro tips&tricks e proverà a chiarire i vostri dubbi.

 

Erika Leonardi

Formatore, consulente e autrice dei testi sulla gestione aziendale e dei servizi
 “Scrivere & Comunicare: eliminare il superfluo”

  • Per comunicare: gli elementi e l'impegno
  • I riflessi delle emozioni nelle relazioni
  • L'impostazione ragionata del testo
  • L'impegno a togliere
  • La comunicazione nelle email

ABSTRACT
Togliere il superfluo è un imperativo che aiuta a far "parlare" un testo. Spesso, una forma linguistica inadeguata e una grafica carente possono compromettere il buon esito di un testo che propone un contenuto corretto e valido. L'obiettivo dell'incontro è pertanto vedere seconda un'ottica diversa gli elementi della comunicazione che, se sottovalutati