Eventi

Marco Galiazzo: "L'XML c', ma si lavora ancora come se non ci fosse"

Marco Galiazzo si occupa di sistemi di pubblicazione basati su XML presso EKR. Da anni è uno dei più assidui ed apprezzati relatori dei seminari di COM&TEC.


> 10 anni di COM&TEC: 5 interviste per celebrare l'anniversario dell'associazione!
> Intervista 1: Marco Galiazzo
> Intervista successiva: Roberto Capuozzo, "3D? Non è più un giocattolo, ma quanti sprechi, senza la giusta formazione!"


XML e sistemi avanzati per la documentazione tecnica: a che punto siamo?

Le grandi aziende hanno già quasi tutte adottato l'XML, ma spesso risentono di problemi dovuti a software che erano acerbi all'epoca della loro adozione o che non sono stati aggiornati. Le aziende piccole e medie in generale lavorano invece ancora in maniera manuale, con grandi inefficienze.
Lo stimolo maggiore a passare all'XML è comunque ancora l'esigenza di ottimizzare la gestione delle traduzioni, quindi riguarda soprattutto chi lavora per i mercati esteri, senza particolari distinzioni fra settori produttivi.

 Quali sono le prospettive di sviluppo?

La prospettiva principale è l'integrazione fra diversi media (stampa, web, mobile), per la quale la tecnologia è molto migliorata rispetto a 2 anni fa.
L'esplosione di Internet e dei social media, e la diffusione della connessione in mobilità, spingono in questa direzione, ma la crescita del settore mobile, nel caso delle aziende, procederà lentamente: le aziende sono ancora indietro, perché spesso non hanno neppure fatto i primi passi in direzione di questo nuovo modo di comunicare.
Siamo ancora fermi al predominio della documentazione in formato PDF.

Quali sono i problemi da risolvere?

Il maggior problema è cominciare a considerare la produzione della documentazione tecnica come un processo, così come si fa già negli altri settori dell'azienda: nessuno penserebbe, per esempio, di gestire un magazzino senza un processo definito.
Anche la produzione dei documenti tecnici deve diventare il risultato di un processo organizzato in fasi distinte, il cui esito finale è quello che chiamo "pubblicazione", nel senso che gli stessi contenuti vengono usati per "pubblicare" documenti di diverso tipo ottimizzati per diversi media. Un qualsiasi processo deve essere organizzato in fasi distinte, per ognuna delle quali occorrono competenze diverse, e lo stesso concetto dovrebbe essere applicato nel campo della documentazione tecnica.

Ci puoi raccontare un caso tipico che ti ha colpito?

Le aziende del settore grafico (le tipografie): hanno magari comprato l'ultimissima versione del miglior software di impaginazione, ma continuano ad usarlo come facevano 18 anni fa!