Eventi

Roberto Capuozzo: "3D? Non pi un giocattolo, ma quanti sprechi, senza la giusta formazione!"

Roberto Capuozzo è certificato Corel Specialist Italia. Si occupa di formazione per i prodotti professionali Corel dal 2000.


> 10 anni di COM&TEC: 5 interviste per celebrare l'anniversario dell'associazione!
> Intervista 2: Roberto Capuozzo
> Intervista precedente: Marco Galiazzo, "L'XML c'è, ma si lavora ancora come se non ci fosse"
> Intervista successiva: Tonino Ghetti, "Le norme? Contano, eccome…"


La grafica 3D e la documentazione tecnica: a che punto siamo?

Negli ultimi anni l'interesse delle aziende per il 3D è cresciuto esponenzialmente. L'interesse è rivolto soprattutto alla possibilità di divulgare i contenuti 3D su diversi media, soprattutto il web.
Oggigiorno i software 3D consentono di creare filmati, per esempio per seguire efficacemente una sequenza di istruzioni operative. Le aziende però spesso sono poco informate sui software più adatti alle specifiche esigenze, per cui non riescono a scegliere e in alcuni casi finiscono per rinunciare.

Che impatto hanno le ultime versioni dei software 3D sul lavoro dei comunicatori tecnici?

Oggi la novità più importante è la possibilità di manipolare facilmente i disegni 3D nativi, aumentando l'interazione tra i diversi uffici che possono averne bisogno.
L'ufficio documentazione non è più costretto a richiedere dettagli o viste 2D all'ufficio progettazione, ma può facilmente ottenerli da sé. Questo è un grande vantaggio molto apprezzato dalle aziende che rendono indipendenti gli uffici Tecnici aumentando la produttività.

Quali sono le prospettive future per i software 3D e quali i problemi da superare?

Credo che oggi occorra fornire alle aziende più consulenza e formazione, per aiutarle nella scelta del software adatto. Un'altra direzione importante è la possibilità di lavorare con un solo software sui file nativi dei più diffusi applicativi 3D quali Solid Works e Catia.

Ci puoi raccontare un caso tipico che ti ha colpito?

Un'azienda aveva la necessità di fornire istruzioni specifiche ad un cliente in Australia, ed ha scoperto che poteva farlo realizzando un filmato facendolo avere al cliente via Internet, anziché inviare personale sul posto: un bel risparmio!
Al contrario, mi sono capitate aziende che hanno acquistato 2 o 3 diversi costosi software di elaborazione 3D, ma non sapendoli utilizzare, l'acquisto si è dimostrato uno spreco di risorse senza risultati in ambito produttivo.